Taste it black and you’ll never go back

“L’abitudine può talvolta sembrarci un giogo impossibile da abbattere. L’ha prodotta il nostro passato, ma è capace di dominare il nostro presente e minacciare il nostro futuro. Però, possiamo delineare una via d’uscita una volta che abbiamo compreso la struttura di quegli automatismi. Non so se le scimmie di Köhler ne fossero capaci- lui in linea di principio non lo escludeva-, ma penso che noi siamo in grado di compiere quello sforzo. Oggi, con una metodologia puramente comportamentistica, possiamo inventare sistemi con cui apprendere a infrangere le regole. Possiamo dare una versione operativa di quello che tradizionalmente si chiama anticonformismo.”  G.Giorello

Accompagnamento: Peggy Lee – Fever

 

Caprese

  • 300 g di mandorle;
  • 200 g di burro;
  • 200 g di cioccolato fondente – cacao 80%;
  • 200 g di zucchero;
  • 5 uova;
  • 16 g di lievito per dolci;
  • 0,5 g di aroma alla vaniglia.

 

Scegliete delle mandorle, prive di pelle e ispezionatele per controllarne l’integrità. Utilizzando un robot, frantumatele al fine di ottenere un composto granulare.

Passate alla lavorazione dell’impasto. Iniziate con le uova che dovranno essere a temperatura ambiente, mai fredde. Separate i tuorli dagli albumi ed iniziate a montare a neve gli albumi, dovranno essere spumosi e voluminosi.

Mentre orchestrate con il frullatore preparate il cioccolato che dovrete sciogliere a bagno maria insieme al burro. E’ importante che prima di aggiungerlo al composto definitivo esso sia abbastanza freddo.

Procedete ora con i tuorli e zucchero che dovrete lavorare con le fruste per il tempo necessario al fine di ottenere un volume doppio rispetto alla quantità ed una amalgama densa e liscia. Lavorate con pazienza perché la lentezza e la precisione conferiscono sempre un risultato ottimale.

A questo punto abbandonate gli orpelli elettronici e impugnate una frusta con l’ausilio del vostro potente braccio. Inserite nel composto di tuorli e zucchero, le mandorle frantumate ed amalgamate con delicatezza; il lievito e l’aroma alla vaniglia; continuate con il cioccolato sciolto e concludete con gli albumi che dovrete incorporare in piccole quantità e con estrema delicatezza. Scegliete una tortiera della forma che più vi piace e imburratela a dovere, non è necessario l’ausilio della farina;  versate quindi il composto livellandolo adeguatamente.

Il dolce cuoce in forno statico preriscaldato alla temperatura di 160 gradi per soli 40 minuti.

 

Annunci

Un pensiero riguardo “Taste it black and you’ll never go back

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...