Taste it black and you’ll never go back

“L’abitudine può talvolta sembrarci un giogo impossibile da abbattere. L’ha prodotta il nostro passato, ma è capace di dominare il nostro presente e minacciare il nostro futuro. Però, possiamo delineare una via d’uscita una volta che abbiamo compreso la struttura di quegli automatismi. Non so se le scimmie di Köhler ne fossero capaci- lui in linea di principio non lo escludeva-, ma penso che noi siamo in grado di compiere quello sforzo. Oggi, con una metodologia puramente comportamentistica, possiamo inventare sistemi con cui apprendere a infrangere le regole. Possiamo dare una versione operativa di quello che tradizionalmente si chiama anticonformismo.”  G.Giorello

Accompagnamento: Peggy Lee – Fever

 

Caprese

  • 300 g di mandorle;
  • 200 g di burro;
  • 200 g di cioccolato fondente – cacao 80%;
  • 200 g di zucchero;
  • 5 uova;
  • 16 g di lievito per dolci;
  • 0,5 g di aroma alla vaniglia.

 

Scegliete delle mandorle, prive di pelle e ispezionatele per controllarne l’integrità. Utilizzando un robot, frantumatele al fine di ottenere un composto granulare.

Passate alla lavorazione dell’impasto. Iniziate con le uova che dovranno essere a temperatura ambiente, mai fredde. Separate i tuorli dagli albumi ed iniziate a montare a neve gli albumi, dovranno essere spumosi e voluminosi.

Mentre orchestrate con il frullatore preparate il cioccolato che dovrete sciogliere a bagno maria insieme al burro. E’ importante che prima di aggiungerlo al composto definitivo esso sia abbastanza freddo.

Procedete ora con i tuorli e zucchero che dovrete lavorare con le fruste per il tempo necessario al fine di ottenere un volume doppio rispetto alla quantità ed una amalgama densa e liscia. Lavorate con pazienza perché la lentezza e la precisione conferiscono sempre un risultato ottimale.

A questo punto abbandonate gli orpelli elettronici e impugnate una frusta con l’ausilio del vostro potente braccio. Inserite nel composto di tuorli e zucchero, le mandorle frantumate ed amalgamate con delicatezza; il lievito e l’aroma alla vaniglia; continuate con il cioccolato sciolto e concludete con gli albumi che dovrete incorporare in piccole quantità e con estrema delicatezza. Scegliete una tortiera della forma che più vi piace e imburratela a dovere, non è necessario l’ausilio della farina;  versate quindi il composto livellandolo adeguatamente.

Il dolce cuoce in forno statico preriscaldato alla temperatura di 160 gradi per soli 40 minuti.

 

Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...