Just can’t get enough

“Tu pensi che la realtà sia qualcosa di oggettivo, di esterno, qualcosa che abbia un’esistenza autonoma. Credi anche che la natura della realtà sia di per se stessa evidente. Quando inganni te stesso e pensi di vedere qualcosa, tu presumi che tutti gli altri vedano quello che vedi tu. Ma io ti dico, Winston, che la realtà non è qualcosa di esterno, la realtà esiste solo nella mente, in nessun altro luogo.”  G. Orwell

Accompagnamento:  Parov Stelar – Happy End

Crostata con crema di ricotta, cioccolato e marmellata di pere .

Frolla

  • 250 g di farina;
  • 125 g di zucchero;
  • 125 g di burro;
  • 1 uovo;
  • 1 pizzico di sale;
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci.

Farcitura

  • 250 g di ricotta;
  • 100 ml di latte intero;
  • 3 uova;
  • 50 g di zucchero bianco;
  • 250 g di marmellata di pere,
  • polvere di cannella;
  • 50 g di cioccolato fondente.

 

 

Per la base frollosa, riponete tutti gli ingredienti in un recipiente abbastanza capiente; con i polpastrelli iniziate a mescolare la mescolanza, quindi procedete ad impastare finché non otterrete un composto liscio ed omogeneo. Lasciate sedimentare in frigo la frolla per almeno trenta minuti. Senza perdere tempo e ispirazione procedete con la preparazione della farcitura. Con l’aiuto di un mixer ad immersione, iniziate a ridurre in crema la ricotta e lo zucchero, dovrete ottenere una soluzione densa. Aggiungete le uova, uno per volta, e continuate a mescolare, concludete aggiungendo il latte e l’aromatica polvere di cannella. La crema dovrà avere una buona liquidità; solo a questo punto, potrete prelevare ricche cucchiaiate di  marmellata e procedere a discioglierla nel composto, armonizzando tutti gli ingredienti.

Prendete ora un anello per dolci della forma che più vi aggrada e posizionatelo sulla teglia da forno precedentemente ricoperta di carta oleata; imburrate i bordi dell’anello di metallo e procedete stendendo e adeguando la base di frolla alla forma da voi prescelta. Una volta accomodata l’odorosa frolla, versate il composto liquido di ricotta e pere, avendo cura di livellare e distribuire uniformemente gli atolli di pera. Con la lama di un coltello affilato raschiate la cioccolata, otterrete delle piccole lingue nere che farete cadere a pioggia sul dolce e lo farete velocemente prima che la cioccolata si scaldi tra mani e lama e l’operazione divenga più complessa  e appiccicosa del previsto.

Forno statico per 50 m alla temperatura di 175°, ma controllate di sovente perché nessuno conosce il vostro forno più di voi.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...